Backstage


La Narrazione Cinematografica

Prima parte CAMPI E PIANI


Come ogni linguaggio, cinema e video possiedono una loro grammatica, un insieme di regole e di consuetudini di base che servono per esprimersi. Come in ogni linguaggio, regole e consuetudini si possono non rispettare. L'unità minima è l'inquadratura, che si articola in campi quando prevale lo spazio, quando cioè viene dato rilievo all'ambiente in cui si svolge l'azione, e in piani quando invece prevale la figura umana.

Campo lunghissimo (C.L.L.)

campo_lunghissimo

Corrisponde al più ampio spazio inquadrabile dalla macchina da presa. Viene usato spesso per introdurre gli eventi, per illustrare l'ambiente e suggerire allo spettatore dove collocarli.

Campo lungo (C.L.)

Campo Lungo

Sposta la visione dall'ambiente generale a uno spazio più ristretto, consentendo la lettura delle dinamiche di ciò che accade. Assume spesso il senso di spiegazione dei rapporti che i personaggi hanno tra di loro e con lo spazio in cui sono collocati (piazza, strada, ecc). Fornisce quindi allo spettatore le coordinate spaziali dell'azione, che rimangono impresse nella sua memoria visiva anche per le inquadrature successive girate magari con piani più stretti. Campo medio (C.M.) Include i personaggi protagonisti dell'azione; questo campo permette di identificare il luogo, ma concentra l'attenzione sul loro agire.

Campo medio (C.M.)

campo_medio

Include i personaggi protagonisti dell'azione; questo campo permette di identificare il luogo, ma concentra l'attenzione sul loro agire.

 

Figura Intera (F.I.)

Figura Intera

Il Personaggio viene inquadrato in modo da essere visibile dalla testa ai piedi; è molto simile al campo medio.

Piano americano (P.A.)

Piano Americano

Il suo margine inferiore taglia i personaggi all'altezza delle ginocchia. E' una inquadratura classica usata nel periodo d'oro del cinema di Hollywood.

Consente di dare il senso delle proporzioni dell'azione mantenendo in campo due o più persone, ma al contempo di stare vicino ai personaggi più di quanto non possano fare la Figura Intera o il Campo Medio.

Piano medio o Mezza figura (P.M - M.F.)

Piano Americano

L'inquadratura si concentra sui personaggi. L'ambiente in cui agiscono perde quasi di significato. E' usata quando si vuole far interagire due personaggi in stretta vicinanza e sottolineare la relazione che si sta instaurando tra loro.

Primo piano (P.P.)

primo piano

La versione più classica di questa inquadratura comprende la testa e le spalle del personaggio. Oggi si tende a concentrarsi più sul volto, lasciando la linea delle spalle poco sopra il margine inferiore. Il primo piano viene usato per sottolineare la psicologia del personaggio oppure nelle conversazioni a due in campo e controcampo.

Primissimo piano (P.P.P.)

primissimo piano

L'inquadratura contiene solo il volto del personaggio, di cui viene messa in rilievo l'intensità psicologica, concentrando l'attenzione dello spettatore sui piccoli segnali trasmessi dalle espressioni del viso.

Dettaglio

Dettaglio

L'inquadratura è ristretta a una piccola parte di ciò che viene ripreso. Il dettaglio di un occhio, di una mano, di una sigaretta accesa appoggiata sul portacenere. Viene sottolineato ed evidenziato un elemento o se ne esalta il valore simbolico.

 

Dal libro di: Daniele Maggioni - GUIDE Professione trend - Film Maker

<< Home Page

 



Seguici anche su:

Documento senza titolo